Cosa ci da la grotta?

In questo weekend in cui,
la sezione speleologica si trova
impegnata in altre faccende,
non potendo raccontarvi
le nostre nuove avventure,
perché non raccontarci
quelle già passate?

La maggior parte di coloro
che leggono il Blog

va in grotta spesso,


altri un po’ meno.

C’è chi non riesce ad uscirne e c’è
chi proprio non intende entrarci.

Ma perché andiamo in grotta?

Ognuno di noi ha vissuto
esperienze diverse in grotta,

tutti abbiamo iniziato per un motivo….

Con i vostri commenti

sarebbe bello cercare di capire :

Perché quella prima volta

ci inoltrammo attraverso quell’ingresso

così buio e carico di mistero?

Cosa ci ha spinto
ad iniziare questa attività e
cosa proviamo ogni volta
che ci ritroviamo
in questi ambienti così diversi
dal mondo esterno che ci circonda?

BAITA IL TUTTAVISTA

Sembrava che, verso le 16.00 di domenica 15 giugno
l’uscita fosse finita,
dopo esserci gironzolati per bene alla “Decima”
ed aver mangiato in sede
( con annesso ottima crema di limone di Gianluca)
…ma come si sa a volte si hanno ancora voglia
ed energie per continuare.. cosi a seguito
della frase del prode Luciano: “..ma ..il Tuttavista..??”,

io (Gianfranco Canu) colgo la palla al balzo
e dico “Ma si..” presto detto si prende corda da 30 mt.
cordini e moschettoni e si parte
alla volta della assolata Baronia.

La squadra è cosi composta:
Marilina, Luciano e me (GFC),
Gianluca ci abbandona invece…
(potevate dirlo prima c..o!!! é il suo sintetico quanto esplicito commento!!).

Cosi, dopo curve e contro-curve siamo in cima al Tuttavista,
ci cambiamo e partiamo alla volta del primo dei due pozzetti
da me notati qualche tempo fa.
Sul primo scendo attrezzando io, utilizzando un cordino
e moschettone su clessidra rinviato su di un gineprino,
(iae bi l’acco in cue), facile calata di un 6-7 metri,
dove scendiamo tutti e tre e poi si intravede una prosecuzione
su frana ghiaiosa abbastanza inclinata,
troppo materiale da rimuovere per poterci lavorare,
in compenso e’ pieno di simpatici geotritoni, usciamo!!

Detto fatto disarmo e partiamo alla volta del secondo pozzetto
a circa 100 mt dal primo.
Questa volta attrezza Luciano sfruttando un armo naturale
ed anche un Spit notato dalla sempre attenta Marilina,
la quale inizia a farsi un giretto intorno a “curiosare”,
infatti nel mentre che scendiamo ci chiama riferendoci
di un altro pozzo che sembra più interessante.
Intanto io e Luciano scendiamo per circa 10 mt.,
ma il pozzo si ferma li, notiamo in fondo
uno strano muretto di pietre messo
da chissà chi e poi riusciamo.

Marilina intanto “punta” decisamente a quel pozzo
che si presenta come un buco sul calcare mista a quarzite.
Buttiamo qualche pietra e notiamo con piacere che
si sente scendere per alcuni secondi in fondo.
OK si scende. Ancora Luciano, sfruttando uno Spit
ed una roccia arma e si cala con cautela,
l’ingresso è agevole ed a misura d’uomo,
vediamo la sua luce che si allontana ed effettivamente
ci rendiamo conto della sua verticalità.
Poi il pozzo devia e Luciano ci scompare alla vista,
sentiamo che armeggia con corda e attrezzi
e poi dopo una decina di minuti risale.
Ci riferisce che per scendere sul fondo è bastata
giusta giusta la corda da 30 mt. e che c’è un punto dove
la corda tocca in maniera pericolosa la roccia,
per cui si è “arrangiato” sul posto facendo alla corda
un “otto direzionato” e fissandolo ad uno spuntone
per allontanare la corda da pericolosi sfregamenti.

Comunque il pozzo finisce li e non ci sono prosecuzioni.
Vorrei scendere anche io ma Luciano mi sconsiglia
per questioni di tempo ( sono le otto e mezza)
e tecnica (mia!! cioè scarsa), in quanto quel passaggino
dove “inventare” una deviazione mi avrebbe preso,
sempre a detta del saggio Luciano, troppo tempo…
mi rode un po’, ma accetto il consiglio,
però propongo di lasciare attrezzato così scendo
domani con calma dico,
ma sto solo scherzando (non troppo però),
i compagni se la ridacchiano…
Ci incamminiamo quindi trotterellando
verso le macchine dopo che Marilina segna i punti GPS.
Vista l’ora ci viene fame e scendiamo ad Orosei
a concludere la serata davanti ad una bella pizza!!Ottimo direi.

Conclusioni:
Bella giornata davvero con un giro improvvisato
sul Tuttavista, che, secondo me, meriterebbe una visita più “accurata”…

Voto 10+ a Marilina per il suo fiuto
(e meno male che dice di non essere in forma…mah…sarà…)

Voto 10 a Luciano per l’iniziativa proposta

Voto 30 e lode alla crema di limone del Presidente
(n.b. aumentare le scorte)

Gianfranco Canu