BUON 2009 A TUTTI

È stato un anno ricco di soddisfazioni
per il CSAD
quello che si è appena concluso,
abbiamo vissuto tante avventure
che grazie al blog abbiamo cercato
di condividere con tutti voi che ci avete seguiti,
ci siamo infangati più volte
nell’inghiottitoio di Nurachi,
giornate intere passate a scavare
tra massi e fango,
decisi però a non mollare.
Abbiamo potuto godere dei sorrisi
e dell’entusiasmo dei bambini
che con noi sono entrati
in grotta per scoprirne le meraviglie.
Abbiamo partecipato a modo nostro sia
al Raduno nazionale che Regionale,
organizzato un bellissimo
Corso di Primo Livello
e curato la logistica di
uno Stage di Secondo Livello,
ci siamo goduti alcune belle calate
come il Golghetto,
la Voragine di Tiscali e il VPF,
senza dimenticare la bellissima Ispinigoli.
Impossibile racchiudere in poche righe
le 74 escursioni organizzate nel 2008,
per gran parte in grotta
ma non sono mancati i trekking
nelle zone più belle del Supramonte
e i vari canyon della zona.
Abbiamo condiviso queste avventure
con tanti speleologi e non,
di tanti altri gruppi non solo sardi,
sempre in allegria e con passione,
e a tutti auguriamo un felice 2009…
come sempre.. a modo nostro…

http://www.youtube.com/get_player

RIFUGIO “SOS JOCOS”

Con il maltempo che ormai non ci abbandona,
portare a termine le escursioni programmate il giovedì diventa difficile
ed ecco che arriva, come al solito, in nostro soccorso
la grotta più gettonata in queste occasioni: Sos Jocos!


Con l’ingresso a 5 metri dalle macchine è la grotta ideale
per chi come noi non aveva voglia
di affrontare avvicinamenti sotto la pioggia.
Ed anche questa domenica eccoci ancora qui,
io (Gianfranco F.), Silvia,
Prospero e Gianluca.
La sorpresa è che non siamo gli unici
ad aver avuto la stessa idea, contemporaneamente a noi
arriva un gruppo formato dallo Speleo Club Nuoro
insieme ad alcuni elementi del Gruppo Grotte Nuorese.
Saluti di rito, bicchierino di vino che ovviamente non rifiuto
anche se sono solo le nove e mezza del mattino e via..
ci addentriamo nella grotta.
Il gruppo di Nuoro si divide, alcuni entrano
dall’ingresso principale, altri da uno secondario
e noi nel mezzo, da un altro “creato” tempo fa da noi stessi.
La grotta appare bella come sempre,
con un copioso stillicidio che all’inizio ci entusiasma
ma che a lungo andare.. con l’infradiciarsi delle nostre tute..
ci diventerà meno simpatico.
Infatti decidiamo di infilarci in tutto ciò che ancora
non conosciamo di questa grotta-labirinto ma
si fa presto a ricoprirci interamente di acqua e fango!
Ogni tanto incrociamo qua e la qualche nostro collega,
intenti anche loro a cercar di capire il susseguirsi
dei vari ambienti che ci si trova ad ammirare.
A un certo punto anche noi ci dividiamo,

io e Silvia da un lato,
Prospero e Gianluca dall’altro.
Forse non è stata una scelta felice la mia di spostarmi
verso i rami di sinistra, infatti tra cunicoli infangati
e meandri fradici, delle nostre tute
non si riconosce più neanche il colore.
Avanziamo finchè ci è possibile ed infine
decidiamo di ripiegare, ricongiungendoci agli altri
che nel frattempo hanno avuto più fortuna con il fango…
ma neanche tanta mi sa..
Continuare in quelle condizioni mi sembra esagerato
e decidiamo (nessuna opposizione) di riprendere la via dell’uscita.
Che dire di sos Jocos.. meno male che c’è!
Non è la prima volta che ripieghiamo su questa bella grotta
quando le condizioni sono avverse per le altre.
Come sempre ottima compagnia.
A presto
Gianfranco F.