CSAD da Doinanicoro a Urzulei

Un bel week end all’insegna del CSAD iniziato sabato
con una bella giornata in cui Serena ha avuto modo
di sperimentare per la prima volta una vera escursione
di quelle toste che solo un vero CSAD DOC può affrontare
e devo dire che ha superato a pieni voti la prova….


anzi ci aggiungerei la lode per il caffè del dopo pranzo!
Allora ricapitolando partenza alle 8 con Silvia, Gian Nicola, Serena,
Gianluca, Luca, Gianfranco C., Prospero e Andrea.
La giornata è bella ma caratterizzata da una leggera foschia
che purtroppo non ci permette di apprezzare a pieno

la vista dai punti panoramici che troviamo nel corso della giornata .
Si inizia a freddo con S’Iscala ‘e Surtana giusto per capire
subito che sarà una giornata in salita.
Poi si affronta S’Iscala Cuccutos sicuramente più leggeri

( in particolare Prospero) perche ormai il fiato c’è .
Arrivati in cima troviamo un rigagnolo d’acqua
al sapore di muschio selvatico che ha creato
successivamente una serie di problemi gastroaerofagei
(dicesi anche meteorismo) ai coraggiosi di noi che ci hanno bevuto!
Ormai siamo in prossimità dell’ovile Ziu Raffaele
che raggiungiamo dopo 5 minuti.

La vista da qui è magnifica sul poile di Doinanicoro
a pochi passi dalla dolina di Su Sercone.
A questo punto si apre una discussione su dove mangiare ..
alcuni vorrebbero fermarsi qui altri continuare
fino alla dolina ..siccome siamo un gruppo democratico
si vota…il pranzo è rimandato di mezz’ora …
Arriviamo alla dolina e solo qui ci concediamo
il meritato riposo e rifornimento energetico.

Il ritorno ci vede abbastanza spediti sotto la splendida
e spregiudicata guida del Carrone e del presidente
che in meno di due ore ci spingono a superare Badde Donorè
fino al ritorno alle macchine ..prima una breve pausa
per far rifornimento di una profumatissima menta selvatica ..
chi per usarla in cucina chi per sbronzarsi con Mojitos….
Arrivati in sede la parte più importante è la pizzata per
gratificarci della fatica di una giornata bellissima passata
con una compagnia affiatatissima e felicissima
anche se stanchissima.
Complimenti a tutti noi…siamo stati grandi!!

Silvia e Serena

C.S.A.D. in missione ad Urzulei…
Dopo esserci incontrati in sede per le nove e mezza
del mattino, io ( Vincenzo ), Serena, Prospero, Gianfranco C.,
Gian Nicola e Silvia, ci dirigiamo prima a fare una
“buona colazione”e a comprare il nastro adesivo che
più avanti vi spiegherò a cosa ci è servito…
nel locale dove siamo fermati a rifocillarci ci raggiunge
il nostro amatissimo Presidente ( Gianluca)

che deve consegnarci il materiale per la mostra che
dovremo allestire ad Urzulei.. “Ma ecco il colpo di scena”
il nostro Presidente che avrebbe dovuto consegnarci
il materiale e poi raggiungerci nel pomeriggio ha cambiato idea!
E salito sulla sua macchina e si è unito alla comitiva!
e così partiamo rotta per Urzulei!

Divisi nelle varie macchine arriviamo a destinazione
e subito si nota il via vai di speleologi che preparano
il tutto per l’evento Icnussa2009 e iniziamo
a capire che sarà una manifestazione in grande stile !

La nostra strada ci porta nelle scuole elementari dove
ci hanno predisposto uno spazio per la nostra mostra!
Io sono l’addetto alla parte artistica della mostra
( cioè alla sistemazione delle fotografie) i miei assistenti
sono Prospero, Gianfranco C. e Gianluca che voglio
ringraziare per il loro occhio attento a non farmi
attaccare storte le fotografie.. Prima ho parlato di nastro
adesivo ed è qui che entrano in gioco Silvia e Serena!
Come delle brave scolarette attaccano con tanto amore
il nastro adesivo nei paspartù delle fotografie..
E devo dirlo, senza di loro non saremmo mai riusciti
ad attaccare le foto al muro!
Grazie ragazze siete delle “scocciatrici” uniche …

Ma ecco un altro colpo di scena! Spunta dal nulla
un componente del C.S.A.D. Il Grande Marcello Moi
che dopo aver fatto una buona pubblicità al suo ingrosso
” da Moi trovi quel che vuoi ” ci fa mettere in posa
per fare le foto di gruppo! Finito di allestire la mostra
e io dopo aver messo i voti ai bambini della classe,
iniziamo la ricreazione che sta nel giocare a pallone
e provare a distruggere la scuola e disturbare il nostro
caro Gian Nicola che è tutto intento a fare fotografie…
Arriva l’ora del pranzo e dopo aver recuperato Marcello Moi
che ci ha guidato in un ottimo ristorantino fuori Urzulei,
ci sediamo ad abbuffarci!

Alla nostra comitiva si è unito Angelino di Oliena
un vecchio amico del nostro presidente che diventa subito
un nuovo amico del C.S.A.D. .. Il pranzo è ottimo,
Prosciutto e gurlungiones sono ottimi!
Il vino un po’ meno ma che ci volete fare,
i Dorgalesi e Baroniesi siamo viziati da questo punto di vista…..

Finito di mangiare e dopo aver preso caffè e ammazza caffè,

ci dirigiamo di nuovo ad Urzulei e passiamo a trovare
Luciano e Gianfranco allo speleo Bar
dove sono intenti a dare una mano!


E qui succede il terzo colpo di scena, apro il negozio
( il cofano della macchina del presidente ) ed inizio
a fare il banditore per fare avvicinare la gente
a comprare le magliette del nostro gruppo!

e qui devo ringraziare la nostra amica Benedetta
che mi ha dato una mano nella pubblicità!

A parte qualche braccino corto che in Dorgalese
si dice ” istrintone ” la vendita è andata bene!

Purtroppo per me la giornata ad Urzulei è finita perché
per forze di cause maggiori devo tornare a Dorgali
e lascio gli altri li a divertirsi con il pallone!!
Ma anche loro non tarderanno a ripartire per le proprie case..

Cosa dire insomma.. La giornata è stata stupenda..
E i ragazzi del C.S.A.D. sono stupendi, ormai siamo
una grande famiglia… Tutti uniti .. o per lo meno quasi tutti…….. 😉
Ancora un grazie speciale alla comitiva
che ha dato una mano per organizzare la nostra mostra!!!
Grazie ragazzi! e viva Teresha sa Pudda Baroniesa!

Ciao a tutti Vincenzo…

Weekend a Urzulei

Partenza venerdì sera con destinazione Gambilonga,
zona vicinissima al Flumineddu, sono solo io
(Gianfranco F.) e i miei amici dello Specus.
Non sappiamo ancora cosa faremo nei prossimi due giorni
ma siamo pronti a tutto e il territorio permette
la più vasta scelta possibile!


L’occasione di questa nuova escursione con lo Specus
di Cagliari è festeggiare al meglio il compleanno
di Giuliano e Paolo che mi hanno invitato
a far parte della comitiva. Giunti sul posto mi dicono
che si festeggerà un terzo compleanno,
quello di Massimo dell’AsProS.
Quindi sabato sera avremo non uno ma due maialetti
da arrostire e consumare. E così già dall’inizio capisco
che per la dieta.. se ne riparlerà!
La notte in tenda è trascorsa bene, non fa troppo freddo
e la distanza obbligatoria tra le varie tende fa si che stavolta
non senta il russare di altri… non faccio nomi.
La mattina durante la colazione si decide un po’ cosa fare,
c’è chi andrà in grotta a Su Colostrargiu
(Alessandro, Roberto ed Alberto) e chi opta
(io, Giovanna, Elisabetta, Antonio, Carlo, Giuliano e Paolo)
per il trekking verso Nuraghe Mereu – Sa Giuntura.


Prima di partire incrociamo gli amici del Giovanni Spano
che in massa stanno andando a fare torrentismo
nella gola del Flumineddu.
Le strade e i sentieri sono alquanto trafficati
in questo weekend, complice anche l’arrivo di tanti
speleo dal continente per il Raduno Nazionale e quindi
è facile finire a chiacchierare con membri
dello Speleo Club Garfagnana con cui abbiamo condiviso
l’ultimo tratto di salita verso le agognate macchine.
La giornata è splendida, si affaccia un bel sole
che fa si possiamo ammirare tutte le montagne


che ci circondano. Nel tardo pomeriggio rientriamo
alle tende e dopo esserci rifocillati con un bel po’ di macedonia
diamo priorità all’allestimento del fuoco che
dovrà cuocere i maialetti per la cena. Gli altri arrivano
alla spicciolata, cominciamo ad essere in tanti,
tanto Specus ma anche noi siamo ben rappresentati..


ci raggiunge Luciano da Dorgali, Marcello e Benedetta.
Ci fanno compagnia anche Carla e Vittorio più tanti altri amici..
una sorta di mini-raduno.
La serata procede tra tanto divertimento, birra, vino
e innumerevoli leccornie spuntate fuori dalle tante borse frigo..
per festeggiare bene non possono mancare le torte.
La mattina successiva il risveglio è non prestissimo..
diciamo solo che il sole è bello alto.
Raccolte tutte le nostre cose si decide di raggiungere Urzulei
per dare una mano a tutti gli altri speleo sardi che


stanno già lavorando per allestire Icnussa 2009.
Veniamo subito arruolati come trasportatori di tavoli
e il nostro compito sarà preparare l’interno del tendone
adibito a Speleobar. Siamo almeno in 30 di vari gruppi e il lavoro


viene terminato in un paio d’ore, giusto in tempo
per organizzare un mega pranzo con una varietà infinita di piatti.
Ci raggiungono anche gli altri CSAD, ovvero Gianluca, Gian Nicola,
Silvia, Prospero, Gianfranco C., Serena e Vincenzo che nel mentre stavano
allestendo la nostra mostra fotografica e con loro siamo al completo..
Arrivato il pomeriggio è tempo di ripartire, restiamo
io e Luciano per vedere gli ultimi dettagli prima del mio arrivo
Martedì come avanguardia e alla fine anche noi si torna a Dorgali.
Weekend mitico, sempre divertente in un territorio stupendo
e con compagnia ottima.
Ora non mi resta che partire per ICNUSSA 2009
sperando che il mio fegato regga 5 giorni.
A presto, Gianfranco Fancello