Le News da Nurachi non finiscono mai

 

Salute a tutti, ho il piacere di comunicarvi che il nostro cantiere Nurachi continuaaaa..

Totalmente inaspettata questa sorpresa perché l’uscita (l’entrata) di oggi era solamente di tipo ludico, un giretto alla condotta o poco oltre per Graziano per rinfrescarsi la memoria e per Pierfranco, Tonino e Mauro, Carla e Marcello Moi per vederla la prima volta. Sta volta faccio gli onori di casa io, racconto un po’ di storia e qualche aneddoto della lunga disostruzione nella prima fase dell’inghiottitoio e poi via, faccio strada nella breve discesa. Arrivato alla base del pozzo, come da copione levo l’imbragatura e nel frattempo che scendono gli altri avventurieri vado a sbirciare dietro il pozzo dove sembrava che ci potesse essere uno stretto passaggio, così era… l’ input di Marinella era azzeccato, il passaggio c’è e come! Faccio qualche metro più avanti per sincerarmi.. e si si.. non potevo saltare di gioia vista l’altezza del passaggio ma soltanto tornare indietro per condividere con gli altri amici la scoperta appena avvenuta. Da quì il programma viene stravolto, facciamo due squadre, una continua alla condotta mentre con Carla e Marcello andiamo in esplorazione.. veloce vestizione della muta, saluti ai colleghi e via, verso l’ignoto. Dopo il breve tratto di cunicolo precedentemente fatto c’è una diramazione, iniziamo con quella di destra che inizialmente si presenta con acqua poi via via inizia a salire camminando tra fango e detriti. Lungo questo ramo ci sono diversi punti da controllare, io ne noto uno con acqua e decido di prenderlo. Si tratta di un cunicolo semisommerso che termina su una frana non difficile da superare ma con adeguata attrezzatura. Degno di nota è anche un bell’arrivo che successivamente si andrà a trovare. Durante la mia assenza Carla e Moijeddu non son stati certo fermi a tubare, anche loro curiosi come sono, sono andati avanti trovando un paio di salette ma la cosa più importante è un passaggio alto che proseguendolo si può notare che la parete è sempre più asciutta ed una folta comitiva di zanzare.. non c’è dubbio, si è trovato un altro ingresso, anche questo si lascia in stand-bye sino a quando non si porta una mazzetta per liberare l’uscita di sicurezza..breve consultazione sul da farsi ed orari, tutti ok per andare nell’altra condotta di sinistra vista prima..le esclamazioni si sprecano, l’andamento è a tratti a nuoto a tratti in ginocchio ma sempre larga da far intendere che ha un apporto d’acqua non indifferente. Proseguiamo il ramo principale tralasciando punti interrogativi laterali, la volta a volte ci concede la possibilità di metterci in piedi, ma per poco l’ultimo pezzo esplorato di spazio tra acqua e soffitto è ben poco tant’è vero che ho dovuto togliere il casco per non respirare H2o..il tempo a disposizione purtroppo è scaduto, lascio avanti a me ancora tanta galleria da esplorare, avremo ancora qualche altra bella occasione per continuare prima che il lungo inverno metta il divieto d’ingresso alla cavità..veloce dietro-front, tempismo perfetto con gli altri amici ai quali descriviamo quello che i nostri occhi hanno apprezzato, felici delle novità ci accingiamo a risalire la corda che ci porta verso l’uscita. Presumibilmente abbiamo esplorato 400 metri nuovi, ci vorrebbero tanti altri baldi giovani per condividere il lavoro, la stagione esplorativa si avvia al termine, riusciremo ad organizzare una bella punta al San Giovanni e portarci un po’ di lavoro a casa per l’inverno?

Durante l’esplorazione abbiamo avuto un pensiero, mandato un’ abbraccio a Matteo e Gianluca che recentemente sono rimasti orfani di padre. Tutto il CSAD vi è al fianco.

Luciano Testone

 

Scatti del Sistema

In questa settimana di Ferragosto, in cui l’esplorazione del Sistema di San Giovanni su Anzu-Nurachi-Sos Jocos- Ispinigoli si prende qualche giorno di pausa, ci pensa il nostro Boboreddu a tenere sempre vivo quello che per alcuni di noi è diventato qualcosa di più di una semplice esplorazione. Ieri, coadiuvato da Manuela, ha realizzato alcuni scatti, iniziando dalle condotte dell’inghiottitoio di Nurachi, passando per la congiunzione e tramite quest’ultima, ammirando le meraviglie di San Giovanni su Anzu. Ringrazio a nome del CSAD, sia Boboreddu che Manuela per questo regalo e agli altri compagni esploratori dico: il reclutamento ricomincia tra pochi giorni.. il bello arriva adesso!!

Gianfranco F.

gallerie all'Inghiottitoio di Nurachi