Pozzo Tamala, la grotta strappamutande!


Dopo una breve pausa rieccoci al Pozzo Tamala per continuare le ricerche del passaggio che ci consenta di superare i primi ambienti scoperti dopo le abbondanti nevicate di quest’inverno. La compagnia non è molto numerosa ma non ci scoraggiamo. Partiamo in 3, siamo io: Gianfranco “Mc Zorvin”, Carla “Fiammetta” e Pietro “Neutrino”. Lo scopo, oltre che continuare le esplorazioni, è di disarmare le calate recuperando il materiale che era stato lasciato due settimane prima. La giornata è splendida, viaggiamo lungo l’Orientale Sarda e col sole che ci fa compagnia mi chiedo se ho veramente voglia di entrare in grotta ma Carla non l’ha mai vista e Pietro è insaziabile.. quindi non posso tirarmi indietro. Arriviamo all’imboccatura della grotta, prepariamo i materiali necessari e ci caliamo all’interno. Io scendo per primo, Carla dopo di me e chiude Pietro. La grotta è impostata su 3 livelli di frana, oggi ci concentriamo su uno in particolare, quello che sembra essere il più promettente, ci infiliamo ovunque, Pietro sembra indemoniato, è una forza della natura, Carla non è da meno, io dirigo i lavori. Vabè scherzo, pure io mi do da fare.. lo testimonierà dopo la mia tuta squarciata tra le simpaticissime concrezioni a cavolfiore. Mi do così tanto da fare che a squarciarsi son pure le mutande! Che poi non si dica che non do tutto me stesso in grotta! Giriamo per la grotta in ogni pertugio umanamente fattibile, lo facciamo per 3 ore ma niente, non si viene a capo di questa grotta che tanto velocemente si è concessa quanto altrettanto velocemente ci ha ingabbiati nei primi belli ambienti senza lasciarci andare oltre. L’ottimismo però non ci manca, noi siamo quelli di Nurachi, quelli che per 3 anni hanno scavato in un ingresso senza mai arrendersi. Anziché recuperare il materiale decido di modificare l’armo e di lasciare la grotta attrezzata in modo permanente perchè di sicuro non finisce qui, continueremo a torturarla finche non confesserà dove si nasconde il passaggio. Grazie a Carla che sempre di più si dimostra un’ottimo e divertente componente del nostro gruppo e a Pietro che a soli 17 anni può vantarsi di tante bellissime escursioni e anche lui cresce di domenica in domenica.

Alla prossima avventura

Gianfranco Fancello (chiappa)

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 thoughts on “Pozzo Tamala, la grotta strappamutande!

  1. Ciao Gianfra, Bel resoconto ma la foto del tuo didietro ha rovinato tutto! 😀

    un saluto ai tuoi validissimi collaboratori: Carla e Pietro

    Carlo (Specus)

  2. Visto che anch’io ho avuto la fortuna di averla visitata, al sottoscritto, all’inizio questa grotta ha strappato molteplici imprecazioni, che per ovvie ragioni non si possono scrivere, poi ha strappato dei grandi oohhh… di meraviglia per la sua bellezza… che dire il lato B per adesso è salvo, però visto che probabilmente la signora prosegue GFZ, in futuro potrebbe non essere l’unico a pagar pegno….
    Saludos.

  3. Si Gianfgranco , l’esplorgrazione è stata vegramente integressante ma i pegricoli egrano tanti. A pagrte il tegrittorio selvaggio e inospitale abbiamo avuto a che fagre anche con gli animali fegroci del posto : il selvatico maiale baunese e i voraci falchi cogracchia. Per non pagrale della difficilissima discesa in grotta : ho grischiato più volte la vita visto che il velocissimo Neutrino mi passava sopgra per supegragrmi. Per fogrtuna ci siamo grifocillati con della cagrne insaccata che gli indigeni del posto chiamano salsiccia.
    Sono pgronta per la pgrossima avventugra !!!!

  4. e……. si sono insaziabile, ma con la natura più bella del mondo come non esserlo,abbiamo dei posti da estasi, ho la compagnia più in che uno possa desiderare attiva determinata spregiudicata disposta a tutto! si anche a rompersi il “culo” be forse così è troppo! ma c’è andato vicino!! più di così non se pò. Alla prossima più carichi che mai!! Pietro neutrino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...