Tato

Dopo un anno di grotte, trekking, e spuntini vari….il 30 marzo 2014 è venuto a mancare un membro importante del CSAD…..Tato, il cane della nostra amica Carla….con questa lettera voglio solo salutarlo e ricordarlo, perchè  è stato un cane-speleo formidabile ….in grotta andava dappertutto, tutti i buchi erano suoi ….senza parlare dei trekking, faceva sempre il doppio di noi, andava e tornava, andava e tornava. Insomma ci manchi tanto Tatino ed anche a Babhur, il tuo amico-nemico……questo amore e odio che però vi legava fin che non vi azzannavate e tu tornavi da Carla con la coda tra le gambe…..beh che dire, manchi…….non continuo a scrivere perchè  ci sarebbe da fare un romanzo di avventure e tu caro amico le hai vissute a mille! ciao.

Potrà sembrare strano ma Tato mi ha chiesto di pubblicare a sua volta una lettera indirizzata a Carla e a tutto il CSAD, con piacere pubblico:

Ciao Carla e ciao ragazzi del CSAD,

ho dovuto anticipare i tempi, ma sono dovuto andare.

Non che non mi piacesse stare con Te, anzi…. Mangiavo ciò che volevo e quanto volevo, potevo uscire quando mi pareva e potevo persino permettermi di non rientrare a casa!!!! Per avere un po’ di coccole dovevo spesso scontrarmi con le due mie sorelline, ma era bello, perché poi ne ricevevo anche da loro. Una volta per restare fuori casa senza permesso, ho fatto finta di perdermi e così mi sono infilato dentro un’ovile dove mi aspettava un’adorabile cagnetta che mi ha rubato il cuore. In cambio Lei mi ha ricoperto di pulci e io mi sono sentito un re!! Poi il pastore, suo padrone, per gelosia mi ha spruzzato addosso un’orribile deodorante che per fortuna Carla che mi cercava è venuta a riprendermi, ha cercato di togliermi per giorni.

E poi giù a Su Molente che sfacchinate a fare da apripista e poi controllare che seguissero tutti e che non si perdessero. Perché questi ragazzi sono un po’ indisciplinati e amano andare in posti strani…sottoterra.. vorrei chiederti scusa per tutte le volte che Ti ho fatto spaventare specie la volta che sono scivolato dentro un buco in una di quelle grotte che Tu ami tanto visitare, Corallinu. Una delle cose che non riesco a capire è il perché amiate questi posti dove non c’è sole, non ci sono cani a parte me, non ci sono capre da poter rincorrere se non le ossa…

Ma da dove sono ora posso vedere le cose diversamente…

Con Affetto, Tato, Vi porterò sempre nel mio cuore. BAU!!

 

 

Tato impegnato a sgavvare a Su Molente

Tato impegnato a sgavvare a Su Molente

Tato guida il gruppo in esplorazione

Tato guida il gruppo in esplorazione

Tato che indica ai suoi compagni il modo migliore di affrontare una strettoia

Tato che indica ai suoi compagni il modo migliore di affrontare una strettoia

Tato che trascina Carla in salita

Tato che trascina Carla in salita